Vigliacco regime!

VIGLIACCO REGIME!
Versi e musica di Mauro Geraci

Roma, 2 settembre 2021

Uno strumento indubbiamente importante come il vaccino che diventa oggetto lurido di commercio da parte delle agenzie del farmaco e di controllo politico-ideologico da parte di un novello regime socialdemocratico, vigliacco e liberticida. Un regime ipocrita e nemico, che non obbliga al vaccino ma di fatto lo impone soprattutto ai poveri insegnanti; quegli insegnanti eroici che hanno salvato la scuola facendosi un culo così con la cosiddetta tecnologia, con la teledidattica, con la “stanza degli schermi” in cui ci hanno rinchiuso tutti, e ora così vengono ringraziati, attraverso l’imposizione, la minaccia, l’esclusione e il taglio degli stipendi. Nel frattempo offrono biglietti del cinema gratis e birre agli adolescenti in cambio di braccia da vaccinare. Fanno schifo! Certo i corpi si comprano, si controllano, si schiavizzano, si escludono, si trafficano ma le coscienze no. Qualcuna scappa sempre, vola e non la può bruciare nemmeno lo sputo di fiamme di questo vigliacco dragone dal sorriso di marmo e dei suoi orchestrali di corte. Scriveva William Shakespeare nel Re Lear:

Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi!

Testo

Mario il Drago ormai è stampato
proprio in in mezzo al tricolore
di un’Italia che già ha dato
e ha finito il suo dolore.

Ed applaudono al tiranno
con le mani ai ferri corti
che il vaccino a forza fanno
contro il Covid pure ai morti.

E se liberi in teoria
pur saremmo in pandemia,
siamo schiavi e così sia
in socialdemocrazia.

E ringrazia quei docenti
che la scuola senza alloro
han difeso con i denti
or levandogli il lavoro

se non firmano il consenso
al vaccino sulle braccia,
è un ricatto con l’assenso
ma non perdono la faccia

gli insegnanti sull’altare
immolati a questa scienza
che ha bisogno di gridare
per imporsi alla coscienza.

E così per lavorare
il green pass è tassativo
ma il vaccino da iniettare
pensa è facoltativo.

Perché ancor non è un vaccino,
è una nuova terapia,
non lo sa manco Merlino
se poi vien la leucemia.

Ma le dosi già comprate
van smaltite alla scadenza
alla faccia delle vite
alla faccia della scienza.

È l’immonda ipocrisia
di uno stato ormai nemico
di chi vuole che ci sia
libertà e democrazia.

Mario il Drago calmo calmo
sparge il fuoco ed il concime
dal sorriso suo di marmo
così semina il regime.

E il vigliacco che lui ha dato
a chi pensa all’incontrario
ora questo cantastorie
rispedisce al mandatario.

E il vigliacco che lui ha dato
a chi vede controluce
rispedisce il cantastorie
al marmoreo e nuovo duce.

Ascolta, vedi e scarica

 

 

Per lasciare un tuo graditissimo commento la prima volta dovrai registrarti. Semplicissimo!
1) Clicca qui sotto sulla parola “connesso”;
2) Clicca sulla parola “Registrati”, quindi inserisci un Nome e un indirizzo Mail;
3) Clicca sul link dentro la mail che subito riceverai e ti verrà data una password che potrai già personalizzare;
4) Effettua il login per entrare nel mio sito e lascia i tuoi commenti in fondo a ogni pagina.
Grazie!

 

 

Share:
Mauro Geraci

Author: Mauro Geraci

Lascia un commento