Tiziana Oppizzi – Canto per Adil Belakhdim, lavoratore ucciso a Biandrate il 18 giugno 2021

CANTO PER ADIL – lavoratore ucciso il 18 giugno 2021 a Biandrate (Novara)
di TIZIANA OPPIZZI, CANTASTORIE

Un altro lavoratore ammazzato durante uno sciopero per ottenere diritti e dignità contro i ritmi bestiali imposti dagli algoritmi del capitalismo.

La logistica, forza del padronato
dove lo sfruttamento è più esasperato,
la ripartenza voluta dai padroni
serve a farci stare zitti e buoni,
profitti nelle banche della ricchezza,
cose passate, diritti e sicurezza.
Strage di lavoratori non fa notizia
per la loro morte non c’è mai giustizia.

Per Adil Belakhdim ucciso davanti ai cancelli del magazzino Lidl di Biandrate, il 18 giugno 2021.

Or se ad ascoltar mi state
canto un delitto atroce e bestiale
che è stato dai padroni provocato
per il profitto e il dio mercato,
per i padroni non c’è perdono,
il loro guadagno val più della vita di un uomo.

Adil Belakhdim uomo onesto
un ideale da tanti anni aveva,
si batteva perché fosse rispettata
la dignità del lavoro salariato,
contro il razzismo e lo sfruttamento
la sua morte lascia rabbia e sgomento.

Quella di Adil è una triste storia
di soprusi, lotte e gran coraggio,

le sue parole stan nella memoria
di chi ha conosciuto il suo messaggio.
La sua tragedia non finirà in niente
perché non è stato semplice incidente.

E’ un omicidio bene preparato,
altri lavoratori hanno pagato,
questo è il momento della giusta rabbia,
spezziamo le catene da chi ci tiene in gabbia
e nulla ferma la libertà
onore a te compagno, con te si lotterà.

 

Ascolta e vedi

 

 

Share:
Mauro Geraci

Author: Mauro Geraci

Lascia un commento