Piccole storie che cambiano il mondo – Mazara del Vallo (Trapani), Giovedì 12 agosto 2021, ore 21

MAURO GERACI… e la sua chitarra
PICCOLE STORIE CHE CAMBIANO IL MONDO

Giovedì 12 Agosto 2021, ore 21
Collegio dei Gesuiti di fronte al Museo del Satiro
Piazza Plebiscito – Mazara del Vallo (Trapani)

Descrizione

A partire dalla celebre poesia di Ignazio Buttitta dedicata a Franca Viola, che nel 1964 si è ribellò contro il potere mafioso e il matrimonio riparatore aprendo la strada a successive, fondamentali legislazioni in difesa della donna, con questo recital Mauro Geraci intende proporre al pubblico, in un’attenta selezione, quel vastissimo repertorio di storie e ballate che i cantastorie italiani, con toni drammatici, ironici se non del tutto comici, hanno dedicato alla narrazione delle piccole ma enigmatiche cronache quotidiane. Fatti relativi a drammi “minimi”, episodi, aneddoti, screzi, ai piccoli grandi eroi di ieri e di oggi spesso passati sotto silenzio o liquidati dai grandi mezzi d’informazione ma che, nella dimensione poetico-musicale dei cantastorie tesa a promuovere una pubblica riflessione sulla storia sociale, acquistano un’incredibile centralità con sorprendenti, emblematici risvolti. Nel riproporre questo repertorio – a torto sottovalutato a fronte della canzone narrativa dedicata da illustri poeti-cantastorie quali Ignazio Buttitta, Franco Trincale, Marino Piazza, Lorenzo De Antiquis a fatti e personaggi della “Grande Storia” – questo spettacolo vuol così mostrare al pubblico le potenzialità estranianti, riflessive, critiche e autocritiche dei cantastorie che ancora sanno rintracciare nei piccoli fatti quotidiani cause ed effetti di fenomeni storici di più vasta portata. A esemplificare le poetiche dei cantastorie tese a dar voce ai “muti della storia”, in una storica condivisione di quello stesso realismo letterario che da Manzoni giunge a Verga, Levi, Sciascia, Pasolini, saranno così “piccole” storie del passato come quelle recentissime in cui Mauro Geraci denuncia le attuali vicende della pandeconomia, il disastro della funivia Stresa-Mottarone come, nella ballata struggente della cantastorie milanese Tiziana Oppizzi, l’uccisione del lavoratore e sindacalista Adil Belakhdim il 18 giugno scorso, davanti ai cancelli della Lidl di Biandrate (Novara).

 

Locandina

 

Share:
Mauro Geraci

Author: Mauro Geraci

Lascia un commento