Ama che non ama

Versi e musica di Mauro Geraci

Questa canzone – che riprende il famoso canto “Ama chi ti ama” con cui la grande cantastorie Giovanna Daffini denunciava lo sfruttamento sul lavoro nelle risaie del nord – è invece dedicata all’AMA , Azienda Municipale Ambiente di Roma che meriterebbe davvero un premio per l’efficienza e l’amorevolezza con cui tiene perfettamente pulita la Capitale del Mondo.

Testo

O ragazzi l’altro giorno mentre in treno lo leggevo d’apertura sul giornale
l’amarezza mi saliva dentro al cuore e in un lampo mi veniva la paura,
se l’andazzo resta questo pare proprio che qui a Roma per le feste di Natale
strade, piazze, marciapiedi, ogni zona, ogni quartiere scoppierà di spazzatura.

E in tre anni sono sei che dimessi via dall’Ama amministratori delegati
che con l’auto blu blindata son scappati via di fretta tra cestini e cassonetti
traboccanti di sacchetti, di cartoni, di rifiuti e di topi avvelenati
mentre qui noi ci addanniamo, vetro e plastica scartiamo dalla carta e l’umido.

Ama non ti ama
e non ama la Capitale
perciò a Roma stiamo male
per la grande sporcizia che c’è.

Ama senza amore
che si frega la nostra bolletta
ben salata e pagata in fretta
però Roma pulita non è.

Ma ragazzi se la colpa voi pensate sia dell’Ama solamente andate piano,
vi sbagliate perché a Roma i barboni ed i turisti son più barbari dei barbari,
ogni casa un bed & breakfast, abusivo, tutto al nero e un amico al Vaticano
fanno sì che il centro sia usa e getta e abbandonato come fogna aperta al ciel.

E che dir dei marciapiedi dove se vuoi passeggiare tu lo slalom devi fare
tra le sedie, tavolini, minimarket tunisini, pizze e cacche spiaccicate
e perciò che Roma splende di bottiglie brillarelle e lattine da schiacciar
e tra lune e stelle Roma fa la stupida stasera mentre aspetta e spera ancor.

L’Ama che non ama
che non ama la Capitale
e non è per far la morale
d’infezioni il rischio oggi c’è.

Roma senza amore
tra la puzza di piscia e di birra,
chi per strada lascia la bottiglia
uno stronzo per sempre sarà!

Ascolta e Scarica

 

Share:
Mauro Geraci

Author: Mauro Geraci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *